Blogger Template by Blogcrowds

Avevi preparato la tua sorpresa per me, senza chiedere nulla in cambio se non la mia felicità. Avevi organizzato tutto di soppiatto, senza chiedere nulla in cambio se non la speranza di sapere che sorrido ancora. Avevi fatto tutto questo per me, poichè volevi regalarmi un nuovo sorriso. Ed io, da brava ingrata, guardando questa busta scarlatta non posso fare a meno di piangere. Vedi, anche se è Natale, non saprei dirti se sono felice o no. Forse, una volta, lo sono stata davvero, o forse è stato solo un sogno... Sì, un sogno così bello che, quando ti svegli e ti accorgi che nulla era reale, diventi più triste di prima. Eppure era solo un sogno... perchè, quindi, essere tristi? Perchè non accontentarsi della breve felicità che ne abbiamo tratto? Credo che il motivo sia da ricercare nella natura degli uomini. Purtroppo, siamo esseri che vivono alla costante ricerca della felicità, bramandone sempre di più. Ma io sono diversa. In questo momento, non provo alcun interesse nell'essere felice. Non voglio vivere in balia di emozioni effimere e passeggere come la felicità. Non voglio vivere scacciando la tristezza. In fondo, che importa ciò che provo? Io sono sempre io, a prescindere da ciò che ho nel cuore. E, stringendolo forte a me, continuo a conservare questi sentimenti che ancora non comprendo. Sentimenti che, forse, non capirò mai.

0 commenti:

Post più recente Post più vecchio Home page