Blogger Template by Blogcrowds

Amore

Oggi, vorrei fare qualche considerazione su quel sentimento che chiamiamo "Amore". Probabilmente, hanno ragione quelli che affermano che sia una gran fregatura. Questo perchè di fregature ne hanno prese tante o, forse, addirittura troppe. Come hanno ragione quelli che dicono che, senza amore, la vita non avrebbe senso. Questo perchè hanno trovato quello che si definisce "l'amore per sempre" e credo non ci sia cosa più bella. Tuttavia non sopporto quelle frasi fatte, del tipo: "In amore, è più forte chi ama meno". Cosa significa? Che, nel caso tutto finisca, non si soffrirà? A mio parere, è una concezione un po' egoistica della cosa... se ami, non dovresti pensare a te stesso, ma all'altro, no? In questo modo, si dimostra di non amare affatto. E non vi è cosa più triste di non amare la persona che si ha al proprio fianco. O, forse, di più triste, c'è solo l'illusione di avere al proprio fianco una persona che ci ama. Personalmente, penso che l'amore sia un rebus. Di quelli peggiori anche, perchè nessuno può aiutarci a risolverlo. Dobbiamo cavarcela completamente da soli. Infatti, la soluzione che cerchiamo, la possiamo conoscere solo noi. Dobbiamo trovarla all'interno del nostro cuore e non è per niente facile! Questo perchè la maggior parte delle volte non riusciamo affatto a comunicare con lui. Nonostante voglia dirci disperatamente qualcosa, non lo ascoltiamo. Forse, perchè tendiamo a voler amare con la testa, a cercare la logicità in un sentimento completamente irrazionale. Per paura, non vogliamo lasciarci trascinare e rimaniamo con i piedi ben saldi a terra. Invece, quanto sarebbe bello lasciarsi cullare. Quanto sarebbe bello essere sempre euforici e dare il massimo di sé stessi. Quanto sarebbe bello sentirsi veramente vivi. Allora non posso fare a meno di pensare a quanto sarebbe bello se, l'amore, lo vendessero in farmacia. Certamente sarebbe contenuto in una piccola e graziosa boccetta rossa, a forma di cuore. Le farmaciste, deliziose signorine dal sorriso gentile, ci consiglierebbero "le dosi" da assumere, a seconda delle nostre esigenze. Tutto dipenderebbe dal tipo di amore che si vuole vivere: dolce, passionale, tenero, romantico, folle... E il bugiardino sarebbe pieno zeppo di controindicazioni ma, la maggior parte, piacevoli. Tuttavia, in questo modo, si perderebbero gran parte dei sentimenti negativi che, tristi e felici al tempo stesso, ci insegnano a crescere. A diventare adulti. E, sicuramente, hanno ragione quelli che affermano: "Non c'è amore senza sofferenza".

0 commenti:

Post più recente Post più vecchio Home page