Blogger Template by Blogcrowds

Prendimi!

Voglia di piangere, strisciare e disperarsi di felicità. Essere così rilassati da avere le contrazioni allo stomaco. Negare con le mille bugie della mente l'evidenza del cuore. Essere consapevoli che non è ciò che si sta cercando, ma volerlo con tutte le proprie forze. Sentirsi morire quando non si è mai stati così vivi. Tacere ciò che si vorrebbe gridare. Distruggere e costruire. Avere davanti agli occhi mille persone, ma continuare testardamente a cercarti nel mio cuore. Seguire la logica dell'irrazionalità. Sentirsi impegnati pur essendo liberi. Ricordare qualcosa di così dolce da lasciare l'amaro in bocca. Volerne uscire incatenandosi ancor di più. Desiderare l'impossibile aspettando che accada. Guardare allontanarti sapendo di non poterti raggiungere. Se ti rincorro scappi, ma se io fuggo, ti prego, prendimi!

Emozioni...

Sono appena tornata dal mio viaggio a Oslo e le sorprese sembrano non essere finite. Guardate un po' qua. Sinceramente, non me l'aspettavo proprio infatti, quando ho letto la mail, sono rimasta shockata e, ancora adesso, mi sembra impossibile. Avevo scritto quel racconto in fretta e furia (perché mi riduco sempre ai limiti della scadenza del concorso, accidenti a me!) ispirandomi a "Summer Rain" dei Whitesnake e a qualche mio ricordo. L'avevo mandato tanto per provare e nemmeno speravo potesse qualificarsi per la pubblicazione. Allora non mi resta che ringraziare infinitamente chi mi ha fatto ascoltare questa splendida canzone, altrimenti non avrei mai avuto la forza di scrivere "Solo pioggia", però lo dedico a mia madre. In questo racconto (almeno nella prima parte), ho riversato tutto il mio affetto per lei. Grazie mamma, ti voglio bene!

Post più recenti Post più vecchi Home page